Regolamento

L’utente accede direttamente agli scaffali limitatamente alle opere in consultazione, contrassegnate dalla classe X. Per il restante materiale bibliografico l’utente si rivolge al responsabile del servizio o suo sostituto. 

Norme di uso: gli utenti devono rispettare le norme di legge che regolano l’uso dei luoghi pubblici e, in particolare, le norme di comportamento in uso negli istituti culturali.

E’ assolutamente vietato: 

a)      far segni o scrivere sui libri, sia pure per correggere evidenti errori dell’autore o del tipografo.

b)      entrare o trattenersi nell’area di consultazione della biblioteca per finalità estranee allo studio

c)      servirsi, insieme ad uno o più lettori, contemporaneamente della medesima opera. 

E’ vietata la consultazione di materiale librario non ancora iscritto nel registro cronologico  e non   catalogato. Ogni eccezione va concordata con la Direzione. 

Il direttore della biblioteca può, in casi particolari, rifiutare la concessione in lettura di qualsiasi opera motivandone le ragioni (es.: cattivo stato di conservazione del volume). 

Organizzazione del servizio di riproduzione di materiale bibliografico :

 Fatte salve le disposizioni vigenti sui diritti d’autore(legge 22 aprile 1941, n. 633 e successive modifiche, in particolare, il D.L.gs 9 aprile 2003, n. 689) e fatti salvi altri eventuali vincoli giuridici ai quali l’esemplare sia sottoposto, si concede l’autorizzazione a riprodurre il materiale bibliografico posseduto dalla biblioteca dell’Archivio solo per finalità di studio. Le spese sono a carico dell’utente.Le richieste devono essere presentate agli addetti a tale servizio nel rispetto delle norme dettate dal regolamento della Sala di Studio.