Sede

 

sede Orvieto

La necessità di tutelare, valorizzare e rendere fruibile il patrimonio documentario della città di Orvieto portò all’istituzione, nel 1951, con D.M. del 19 febbraio, della Sottosezione di Archivio di Stato di Orvieto, divenuta Sezione di Archivio di Stato, alle dipendenze dell’Archivio di Stato di Terni, a seguito del D.P.R. del 30 settembre 1963, n. 1409.

La prima sede destinata all’Istituto fu un’ala del duecentesco palazzo del Capitano del Popolo. Nei primi anni Settanta essa, per motivi di ordine strutturale, non fu più adatta ad ospitare l’Archivio. Si creò, allora, un’unità d’intenti e una collaborazione di tre volontà per realizzare la sede idonea per l’Archivio: la Fondazione Faina rese disponibili i locali del Palazzetto Faina; l’Amministrazione Comunale decise di farsi carico degli oneri per il restauro del Palazzetto; l’Amministrazione dei Beni Archivistici aderì al progetto di trasferimento e trovò i mezzi finanziari per la nuova sistemazione del patrimonio documentario.

Nel novembre del 1985 fu inaugurata la nuova sede che ospita a tutt’oggi la Sezione: si affaccia sul lato sinistro della piazza del Duomo, quasi di fronte alla Cattedrale e costituisce un punto di riferimento per un’attività culturale che travalica i confini locali.